CANNABIS INSIDE

La pianta

La pianta di cannabis ha una durata di vita di un anno. Essa si trova originariamente nei climi caldi, in paesi quali India, Afghanistan e Cina. Il suo nome latino è Cannabis Sativa L. e rientra nella famiglia delle Cannabacee . Molti conoscono la cannabis sotto il nome di canapa. Uno dei suoi parenti più stretti è l’Humulus Lupulus, meglio noto come luppolo, ingrediente primario della birra.

Bediol - medicinal cannabis by Bedrocan
Bedica - medicinal cannabis by Bedrocan

Esiste sia il maschio che la femmina della pianta di cannabis e ognuno di essi ha una propria modalità di fioritura. Nel clima dei Paesi Bassi la pianta cresce da aprile inoltrato alla fine di luglio. Raggiunge l’altezza variabile dai 2 ai 3 metri (da 7 a 10 piedi). Dopo questo periodo la pianta fiorisce e la crescita cessa. Dopo la fertilizzazione i semi maturano e la pianta muore.

Contenuto

La pianta di cannabis è utilizzabile per vari scopi. Per secoli la pianta è stata coltivata per le fibre del suo stelo. Nell’epoca gloriosa della marineria olandese del XVII secolo le navi venivano rese stagne con le fibre di canapa e la maggior parte delle loro funi era realizzata con lo stesso materiale. In Europa e nei Paesi Bassi la canapa viene ancora coltivata per le sue fibre robuste. Ancora oggi viene utilizzata nell’industria automobilistica.

Tuttavia, ciò che distingue la pianta di cannabis dalle altre sono le sostanze chimiche uniche che contiene, ovvero i cannabinoidi. Finora, nella pianta sono stati identificati più di 60 cannabinoidi diversi. Quello meglio conosciuto è il Tetraidrocannabinolo, noto anche come THC. Questa sostanza provoca un effetto psicotropo ritenuto molto piacevole dalla maggior parte dei suoi utilizzatori. La pianta contiene anche cannabidiolo (CBD). Attualmente si stanno conducendo ricerche scientifiche estese in relazione al possibile uso medico di questo e di altri cannabinoidi. Queste cosiddette “componenti funzionali” sono prodotte in ghiandole resinose che si trovano sull’intera pianta. La maggior concentrazione di queste ghiandole si trova nella parte superiore del fiore. Le componenti funzionali vengono completamente rilasciate quando la resina di cannabis viene riscaldata alla temperatura di 180 °C (356 °F).

Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Not readable? Change text.

Start typing and press Enter to search